Diese Tipps helfen gegen Verstopfungen

Questi suggerimenti aiutano in caso di stipsi

Chi soffre di stipsi non è un caso particolare. Circa il 20% della popolazione ne soffre. Le cause sono spesso un’errata alimentazione e lo stress.

La frequenza dell’evacuazione è diversa da una persona all’altra. Tutto quel che si situa fra tre volte al giorno e tre volte la settimana è nell’ambito del “normale”. Se non si riesce a evacuare per almeno quattro giorni, si parla di stipsi. Per risolvere questo problema, non sempre si deve ricorrere al medico o a dei lassativi. Molte volte sono già d’aiuto la giusta alimentazione, più movimento e meno stress.

1. Più fibre alimentari

Alimenti meno grassi, bensì più proteici e ricchi di fibre stimolano la digestione in modo naturale. Di essi fanno parte prodotti integrali come il pane, la pasta, il riso, le lenticchie, i fagioli, i fiocchi d’avena, i ceci e le noci. A parte le banane, che hanno un effetto piuttosto astringente, anche la verdura e la frutta sono ottimi fornitori di fibre. In generale, se si hanno problemi a evacuare, i cibi morbidi sono consigliabili.

2. Bere molto

mycoach Programma nutrizionale per un cambiamento dell’alimentazione

Vorreste alimentarvi in modo sano e prevenire così le malattie? In collaborazione con mycoach, vi offriamo il programma nutrizionale.
Chi predilige un’alimentazione ricca di fibre oppure integra sostanze lassative naturali nel cibo ha bisogno di assumere molti liquidi. Soprattutto dopo il consumo di cibi contenenti sostanze mucillaginose, come la crusca di grano, è importante bere un bicchiere d’acqua. Nel corso della giornata si dovrebbero bere almeno due litri di bevande non dolcificate. Attenzione al vino rosso, al tè nero e al latte bollito, che hanno un effetto astringente.

3. Un sufficiente esercizio fisico

L’esercizio fisico quotidiano è un altro importante fattore contro la stipsi. Per farlo non si deve praticare per forza sport a livello agonistico. Già una lunga passeggiata, il nuoto o la bicicletta supportano i naturali movimenti dell’intestino. Anche un allenamento regolare dei muscoli addominali o del pavimento pelvico o lo yoga aiutano a mantenere una buona digestione.

4. Lassativi alternativi

Vi sono lassativi naturali, come la frutta secca, i fichi, le prugne, i crauti, le barbabietole, i semi di lino, la crusca di grano e i semi di psillio. Anche il succo di frutta puro o un cucchiaio di olio di oliva a stomaco vuoto possono risolvere i problemi di stipsi. L’effetto si fa sentire dopo un paio d’ore. Importante: chi assume lassativi dovrebbe aumentare lentamente la quantità, per non soffrire poi di flatulenza.

I lassativi naturali non fanno effetto su tutti. Chi perciò vuole ricorrere ai lassativi medicamentosi, dovrebbe farlo solo previo consiglio di uno specialista e non per molto tempo.

5. Evitare lo stress.

Chi è stressato produce una maggior quantità di ormoni, fra gli altri l’adrenalina. Ciò provoca un rallentamento supplementare delle funzioni dell’intestino e causa la stipsi. Nelle situazioni di stress è perciò meglio scalare una marcia e introdurre degli esercizi di rilassamento. Inoltre, non si dovrebbe portare la frenesia in bagno, bensì prendersi il giusto tempo per le proprie funzioni fisiologiche.

Se non sono d’aiuto né un cambiamento dell’alimentazione, né un adeguamento dello stile di vita, è consigliabile recarsi dal medico.

Flatulenza: Cos’è d’aiuto?

Scoprite nel nostro blog come evitare la flatulenza e quali semplici mezzi casalinghi sono d’aiuto.

Così potete prendervi cura del vostro intestino:

Cosa fa bene all’intestino? Prendersi cura dell’intestino e “risanarlo” lo sollecita e quindi contribuisce anche a rivitalizzare il sistema immunitario e ad aumentare il benessere.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*