Posso pernottare presso il medico?

Un progetto pilota della rete di medici ginevrina «Réseau de Soins Delta» offre un’alternativa al soggiorno ospedaliero: i pazienti pernottano nello studio medico.

Troppo ammalati per le proprie quattro mura ma non abbastanza ammalati per l’ospedale: Questi casi avvengono regolarmente. Colpite sono soprattutto le persone più anziane – p.es. se sono disidratate o se necessitano per questo motivo delle infusioni. Un soggiorno ospedaliero in questi casi non è per forza necessario, ma i pazienti non possono neanche rimanere a casa. Si viene a creare un’emergenza a lungo termine che spesso può solo essere risolta tramite un caro soggiorno ospedaliero. Adesso, la rete di medici ginevrina «Réseau des Soins Delta» offre nella sua «Cité Générations», in collaborazione con la CSS Assicurazione, un’alternativa: un trattamento stazionario nello studio medico. A questo scopo, la rete di medici a Ginevra possiede una specie di «mini-clinica» con 14 letti ospedalieri totalmente attrezzati. Almeno un medico, come pure personale paramedico a sufficienza, garantiscono l’assistenza 24 ore su 24. Il medico curante si accerta se l’offerta è adatta per il paziente. Egli può comunque solo dare un consiglio, poiché la partecipazione al progetto pilota è volontaria: il paziente decide. Oltre ai circa 52 000 clienti della Rete di medici, possono far uso della nuova offerta anche tutti gli altri assicurati CSS della regione. Il progetto pilota dura ancora fino ad aprile 2014. In seguito saranno valutati l’utilità per i pazienti e i costi. L’obiettivo è che i costi di trattamento siano decisamente più bassi che quelli medi in caso di un soggiorno ospedaliero. Questo diventa anche possibile tra l’altro grazie all’infrastruttura adeguata alle necessità. Al contrario di un grande ospedale, nella «clinica in miniatura» non vi è né un’accoglienza per emergenze, né delle sale operatorie o una stazione intensiva. Inoltre, il «Réseau Delta» può utilizzare le sinergie poiché nello stesso stabile vi è un Servizio d’emergenza del medico di famiglia del quartiere, nonché la Spitex, uno studio di radiologia e la farmacia «Deltapharm».

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*