Perché ho sempre le mani fredde?

Vengono spesso notate, sentite e maledette: le mani e i piedi freddi delle donne.

I muscoli riscaldano il corpo anche in stato di riposo. È risaputo che le donne sono meno muscolose degli uomini. Inoltre, di regola hanno una pressione arteriosa più bassa e quindi una irrorazione sanguigna più scarsa dei vasi sanguigni periferici. Tuttavia, non sempre le cause di mani e piedi freddi sono così inoffensive. In rari casi, stress cronico, inizio di calcificazione delle arterie, valori elevati di grassi nel sangue oppure disfunzioni della tiroide possono causare mani o piedi freddi.

Parti esposte
Le cause principali per mani e piedi freddi sono il freddo esterno dovuto alle temperature in diminuzione e abbigliamento troppo leggero. Per questo sono soprattutto mani e piedi a essere principalmente colpiti, perché sono lontani dal centro del corpo, hanno una superficie vasta e spesso non sono coperti da un mantello caldo. L’organismo sottrae calore a mani e piedi per poter mantenere caldo il suo nucleo, contenente gli organi vitali. Inoltre la pelle delle mani è particolarmente sottile e quindi è un ottimo conduttore del freddo, ma anche del caldo. Ce ne accorgiamo quando riusciamo a percepire in tutto il corpo il calore benefico di una tazza di tè tenuta fra le mani.

Cosa riscalda?
Bevande calde in generale, e soprattutto il tè, sono delle fonti di calore ideali. Ginseng e zenzero stimolano la circolazione sanguigna, un tè natalizio con cannella e miele riscalda il cuore. Anche piatti piccanti con paprica e curry riscaldano l’organismo. Infine, anche fare la doccia alternando l’acqua calda e quella fredda può aiutare. Mentre calzini e collant troppo stretti e stringenti possono compromettere la circolazione sanguigna, esattamente come scarpe troppo strette. Fondamentalmente vale: vestirsi caldi – si consiglia un abbigliamento a strati – e muoversi molto, perché così viene stimolata la circolazione. Però, dopo una passeggiata a passo veloce all’aperto, meglio tornare subito al caldo, poiché l’organismo non riesce a mantenere troppo a lungo la propria temperatura vitale al freddo.

 

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*