Was passiert wenn man Fieber hat

Cosa succede nel corpo in caso di febbre?

Spossante ma utile: con la febbre le difese immunitarie lavorano a pieno ritmo innescando un meccanismo organico a più fasi.

Chi è colto da raffreddore, influenza o altra infezione spesso ha anche la febbre. La temperatura alta è un sintomo utile perché funzionale ad aumentare la produzione di alcuni globuli bianchi di cui il sistema immunitario si serve per combattere i batteri o i virus. Cercare di abbassare subito la febbre risulta perciò controproducente.

Andamento della temperatura

Cosa fare in caso di febbre?

Il Centro di consulenza telemedica della CSS risponde alle vostre domande 24 ore su 24, 7 giorni alla settimana: telefono +41 (0)58 277 77 77
La temperatura corporea di una persona sana è di circa 37°C, a partire da 38°C si parla di febbre. Una volta che gli agenti patogeni sono entrati in circolo possono incidere – al pari delle sostanze messaggere dell’organismo – sull’ipotalamo, ossia sulla parte del cervello che regola la nostra riserva di calore. L’alterazione di questo sistema di termoregolazione comporta un aumento della temperatura secondo un meccanismo organico a più fasi:

  • per ridurre la dispersione di calore, i vasi sanguigni si restringono, la pelle diventa fredda, pallida e secca;
  • al contempo insorgono gli spasmi muscolari accompagnati dai tipici brividi di freddo che, a loro volta, favoriscono la produzione di calore;
  • il calore corporeo sale, la pelle è rovente, le guance infuocate, la temperatura ha raggiunto il suo punto massimo;
  • una volta debellati gli agenti sensibili al calore, il corpo ristabilisce la sua normale temperatura corporea, i vasi sanguigni si dilatano; sudare tanto contribuisce ad abbassare la temperatura.

Con la febbre, il battito del cuore e la respirazione accelerano, l’organismo è affaticato, i pazienti si sentono spossati e stanchi – tutte avvisaglie che ci suggeriscono l’urgenza di un po’ di riposo. Se non vi sono complicazioni, dopo qualche giorno tutto torna nella norma.

Consultare un medico

Se tuttavia la febbre si protrae per più di tre giorni o se siete tornati da un soggiorno ai tropici, si consiglia vivamente di consultare un medico. A maggior ragione se la temperatura supera i 40°C negli adulti e i 39°C nei bambini. Fino al terzo mese di vita anche i neonati con febbre devono sottoporsi a una visita medica.


Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*