Alter Tarif, unnötige Kosten
(fotolia / kantver)

Vecchia tariffa, costi inutili – TARMED

Si ricorda dei cellulari del 2004? Allora il successo di vendita non erano gli Smartphone, bensì i telefoni mobili con tastiera e chiusura a conchiglia. Nel frattempo la tecnologia è fortemente avanzata – anche nel campo della medicina. Il problema: i trattamenti medici sono fatturati con una tariffa del 2004 – che provoca costi inutili. Per questo motivo la CSS s’impegna da anni per una revisione della tariffa dei medici.

La costosa cataratta

Lei si sottopone a un intervento della cataratta – oggigiorno l’operazione dura soltanto 30 minuti invece dei 60 minuti di allora. I costi per l’operazione sono tuttavia rimasti invariati. Perché? Il motivo è l’obsoleta tariffa medica TARMED, che non rispecchia più correttamente la realtà odierna. Infatti, dal 2004 essa non è mai più stata sottoposta a una revisione approfondita. Molti trattamenti sono quindi rappresentati in modo obsoleto nella TARMED. Eventuali risparmi per lei e l’assicurazione di base sociale sarebbero possibili, ma negli anni passati non hanno potuto essere realizzati a causa di impedimenti politici.

Come dal trattamento scaturisce una fattura

Le fatture del medico sono spesso scritte in maniera molto tecnica e quindi difficili da capire per il paziente. TARMED permette di generare una fattura in seguito a un trattamento. Tutti i trattamenti di cui lei usufruisce in modo ambulatoriale presso uno studio medico o in ospedale sono fatturati mediante questa struttura tariffaria. La struttura tariffaria TARMED ha più di 4000 posizioni che il suo medico utilizza per trasformare in denaro le prestazioni che ha erogato. Ogni posizione è dotata di un numero di punti. Più il trattamento è oneroso, più alto sarà il numero di punti della rispettiva posizione. Ogni punto è moltiplicato con un prezzo (valore del punto), cosicché, alla fine, ogni trattamento ottiene un prezzo che gli assicuratori malattia rimborsano.

Tariffa obsoleta…

Viviamo nell’era degli Smartphone e fatturiamo con una tariffa dei tempi dei cellulari a conchiglia. Va da sé che la TARMED deve essere sottoposta a revisione. Gli assicuratori malattia s’impegnano da anni per una revisione, poiché secondo i lori calcoli possono essere risparmiati circa 600 milioni di franchi – questo purtroppo non piace ai medici, che finanziano il loro salario tramite TARMED. Poiché le trattative tra medici e assicurazioni si sono bloccate, l’anno scorso è intervenuto il Consiglio federale. In base alle raccomandazioni di curafutura il consigliere federale Alain Berset ha esaminato diversi adeguamenti che vuole attuare nel 2018.

La CSS sostiene le proposte del Consiglio federale

legga ancora

Trova informazioni dettagliate sul partenariato tariffario/ l’intervento sulle tariffe nella nostra pubblicazione di politica sanitaria “im dialog 2/17 (in francese)”.
La CSS approva l’intervento sulle tariffe da parte del Consiglio federale, infatti una revisione della TARMED sarebbe necessaria da anni. Da tanto tempo ormai la CSS s’impegna a favore della revisione della struttura tariffaria, permettendo così di evitare inutili costi nell’assicurazione di base. Se gli adeguamenti del consigliere federale saranno davvero messi in atto, allora, dal 2018 la sua operazione della cataratta verrà a costare meno. Questo d’altro canto si ripercuoterà sui suoi premi, che sono un riflesso dei costi.

L’intervento sulle tariffe in dettaglio

Il consigliere federale, oltre alla “cataratta” ha proceduto a ulteriori adeguamenti. In futuro i medici dovranno dimostrare in modo più trasparente quali prestazioni hanno fornito in assenza del paziente. Il consigliere federale prevede dei risparmi che ammontano a circa 700 milioni di franchi. Il “verdetto” non è tuttavia ancora stato pronunciato. Gli adeguamenti sono stati in procedura di consultazione dal 21 marzo fino al 21 giugno 2017. Mentre gli assicuratori malattie approvano pienamente l’intervento tariffale, sono soprattutto i medici specialisti a opporsi energicamente visto che il loro salario sarebbe fortemente toccato da tale intervento.

Valutare questo contributo.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*