Massnahmen gegen die steigenden Gesundheitskosten – Expertenbericht des Bundesrates
(Gettyimages)

Rapporto degli esperti: Misure contro i costi della salute

Cosa fa la politica per contenere il costante aumento dei costi della salute? Il rapporto degli esperti istituito dal Consiglio Federale nel 2017 mostra possibili vie.

Il Credit Suisse esamina annualmente mediante un sondaggio sottoposto a 1000 persone le preoccupazioni delle Svizzere e degli Svizzeri. I risultati più recenti mostrano che la tematica legata ai costi della salute ha acquisito importanza e che nel 2017 era al quarto posto. Non soltanto la popolazione valuta i costi sanitari in crescita come problematici, anche la politica se ne sta rendendo sempre più conto. Oltre al lancio di alcune iniziative di diversi partiti, anche il Consiglio federale ha riflettuto più approfonditamente su come frenare i costi nel settore sanitario.

Iniziative nazionali contro i crescenti costi della Salute

Nell’ottobre 2018, il PPD intende lanciare un’iniziativa popolare per porre un freno ai costi e ai premi. Infatti, secondo il Presidente del partito Gerhard Pfister, „il sistema sanitario è malato“ (nzz.ch; 5.1.2018). Da parte sua, l’assemblea dei delegati del PS del giugno 2017 ha incaricato il partito di elaborare un’iniziativa federale per una limitazione dell’onere dei premi nell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie al 10% del reddito disponibile. La raccolta delle firme per le due iniziative dovrebbe iniziare nel corso dell’anno.

Il gruppo d’esperti mostra possibili vie

A questo scopo il Consiglio federale ha istituito un gruppo di esperti formato da 14 persone, fra cui l’ex consigliera degli Stati Verena Diener e l’economo sanitario di Berna Heinz Locher. Le discussioni del gruppo sono sfociate in un catalogo di 38 misure al fine di diminuire i costi della salute.

Le misure non propongono novità

Il rapporto degli esperti

Il gruppo di esperti istituito dal Consiglio Federale si è riunito sei volte dal febbraio 2017 e ha elaborato un ampio catalogo di misure. Alla fine di agosto 2017 il rapporto finale è stato adottato all’unanimità e il Consiglio Federale ne ha preso atto nell’ottobre 2017. Il rapporto degli esperti è riportato in: UFSP: Contenimento dei costi Assicurazione malattie
Il gruppo d’esperti ha illustrato molte ricette già note da tempo, come per esempio lo spostamento di determinati interventi dal regime stazionario a quello ambulatoriale o il rafforzamento della valutazione del beneficio delle prestazioni per la salute (Health Technology Assessment, HTA). Si è fatto riferimento anche alla promozione delle seconde opinioni, un servizio che già da tempo la CSS offre alle sue assicurate e ai suoi assicurati.

Ulteriori concetti già noti sono anche l’abolizione del principio di territorialità, che permetterebbe di usufruire di prestazioni all’estero, oppure la revisione delle attuali strutture tariffarie.

Gli obiettivi prestabiliti per la crescita dei costi sono promettenti

Le misure più interessanti riguardano gli obiettivi prestabiliti vincolanti per la crescita dei costi nell’assicurazione di base. Le misure di questo tipo avrebbero probabilmente il maggior influsso percepibile sulla crescita dei costi, motivo per cui la CSS è a favore di un esame dettagliato.

Come si procederà?

Riepilogando, il rapporto degli esperti è un catalogo dettagliato di possibili riforme nel settore sanitario. Si tratta dunque di varie misure che adesso dovranno essere obbligatoriamente affrontate da tutti gli attori, affinché i costi nel settore sanitario svizzero possano essere frenati in modo lungimirante.

Quali misure il Consiglio Federale intende affrontare in una prima fase e altre informazioni in merito al rapporto degli esperti sono riportati in UFSP: Contenimento dei costi Assicurazione malattie

 

Valutare questo contributo.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*