Nicht nur für stille Wasser: Die Informatiklehre bei der CSS

Non solo per acque chete: l’apprendistato in informatica presso la CSS

«Una buona giornata di lavoro è una in cui progredisco, raggiungo i miei obiettivi e riesco a dimenticare completamente il tempo che passa». Anche nell’informatica, la nostra apprendista Iman Lünsmann mostra la stessa determinazione con la quale rema in acqua,

Iman Lünsmann è una dei 115 apprendisti alla CSS, e una delle tre donne che svolge una formazione come informatica nello sviluppo delle applicazioni. Quest’estate la 18enne terminerà il secondo anno d’apprendistato. Attualmente sta lavorando presso il centro formativo dell’ICT Formazione professionale Svizzera centrale di Adligenswil a una soluzione per un’applicazione d’apprendimento propria della CSS, insieme ad altri apprendisti, tutti maschi ovviamente. Il fatto di fare parte di una minoranza nell’informatica, in qualità di donna, non le crea alcun problema. Al contrario: «Come donna, nel mondo dell’IT sei automaticamente più “visibile”». Infatti, Iman è anche l’unica donna nella sua classe della scuola professionale.

 

Da Lucerna a Shanghai

Inizia il tuo apprendistato presso la CSS

Informati in merito ai posti di apprendista vacanti

Posti vacanti

Iman è affascinata dalle altre culture. Per questo non ha esitato a lungo quando il suo coach dell’anno d’apprendistato base, Urs Nussbaumer, le ha fatto notare le settimane di progetto internazionali ICT* a Shanghai. Al momento della candidatura, Iman ha potuto approfittare dell’esperienza interculturale del suo tutore nella pratica Marcus Fihlon. “Marcus mi ha mostrato il modo in cui i cinesi consegnano i biglietti da visita. La signora cinese del comitato di selezione è rimasta affascinata quando ho preso il suo cartellino con entrambi le mani”. A settembre si parte: Iman si recherà a Shanghai per tre settimane, con un gruppo di 24 apprendisti IT della Svizzera. Un’opportunità unica per conoscere la realtà lavorativa nella cultura cinese e per fare un’esperienza professionale internazionale. Le basta pensare alla Cina e le si illumina il viso: «Sono felicissima e spero di poter collaborare al progetto ‹Face recognition› (riconoscimento del volto)». Gli apprendisti dovranno soprattutto ampliare il loro orizzonte e accumulare esperienze. Esperienze che poi iman riporterà in Svizzera e potrà condividere con colleghe e colleghi della CSS.

 

Studio come obiettivo successivo

Dopo l’apprendistato in informatica, Iman desidera intraprendere uno studio. Forse psicologia per completare l’informatica fortemente astratta e basata sui numeri? In ogni caso Iman non corrisponde minimamente al cliché dell’informatico introverso che si nasconde per ore dietro a uno schermo. Infatti, ogni sabato fa volontariato presso la Spitex di Lucerna: “Faccio visita a una signora di 80 anni che soffre di demenza. La signora vive da sola e non ha famiglia, è dolcissima ed è sempre molto contenta quando parliamo un po’”. Ma la maggiore compensazione al programmare e studiare la trova vogando sul Lago dei Quattro Cantoni. Iman si allena da sei a dieci ore alla settimana: “Una buona giornata di lavoro si conclude sul lago”.

 

* Settimane internazionali di progetto ICT a Shanghai

Le settimane internazionali di progetto ICT a Shanghai sono proposte e organizzate dall’Ufficio della scuola media superiore e professionale del Canton Zurigo e della Scuola professionale tecnica di Zurigo TBZ. Il progetto è accompagnato dall’organizzazione di scambio culturale Route2China. http://route2china.ch/eintauchen-in-unbekannte-berufswelten

Valutare questo contributo.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*