La farmacia invece del medico: testiamo un modello innovativo

Tosse, mal di testa o diarrea: in caso di disturbi di questo tipo, andare in farmacia potrebbe sostituire la visita dal medico? Attualmente la CSS sta testando questo modello innovativo.

Un sondaggio della CSS mostra che molti assicurati sarebbero disposti a recarsi in farmacia prima che dal medico per alcuni disturbi, quali p. es. tosse, mal di testa, diarrea/costipazione o febbre. Al momento, la CSS sta testando nell’area zurighese, con il progetto pilota «GPV PLUS», in che misura gli assicurati farebbero seguire alle parole i fatti. In esso sono coinvolte i tre studi medici mediX di Zurigo Altstetten, Stauffacher e Dübendorf nonché 20 farmacie Amavita e Coop Vitality. In totale, oltre 1000 assicurati CSS che dispongono dell’Assicurazione Studi medici della salute (ASS) e sono clienti di uno dei tre studi medici menzionati possono partecipare al progetto pilota. Sono stati tutti contattati personalmente.

Prima in farmacia

Il principio è semplice: prima di recarsi nello studio medico, gli assicurati hanno la possibilità di andare in una delle 20 farmacie selezionate. I vantaggi sono chiari: spesso la farmacia è più vicina del medico; non occorre telefonare prima e spesso le farmacie sono aperte anche al sabato e alla domenica. Come per una visita dal medico, anche nelle farmacie partecipanti è garantita la riservatezza, infatti i colloqui si svolgono in un locale separato. A seconda della situazione, il caso può essere chiuso direttamente in farmacia. Se è necessario che il paziente si rechi dal medico, in farmacia si concorderà l’appuntamento.

I vantaggi sono evidenti: spesso la farmacia è più vicina del medico.

Lo studio medico è sempre informato

A differenza di simili modelli di altre assicurazioni malattie, nel progetto pilota della CSS è possibile scegliere se consultare il medico o la farmacia. Una novità è rappresentata dal fatto che vi è un costante scambio di informazioni, indipendentemente che si tratti del prendere un appuntamento, di trasmettere una ricetta o di un’informazione medica. La persona assicurata ha la certezza che il suo personale studio medico sarà sempre aggiornato sulla situazione e saprà subito quel che è stato discusso e deciso in farmacia. Il dossier del paziente contiene sempre tutte le informazioni basilari: un passo importante verso cure integrate nelle quali ognuno sia sempre aggiornato sull’evoluzione del caso.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*