Prämienberechnung: wer schaut uns auf die Finger?
(Fotolia)

Calcolo dei premi: chi controlla quello che facciamo?

Ogni anno, in autunno, lei riceve una lettera dalla sua assicurazione malattie, che la informa se i premi dell’assicurazione di base dell’anno successivo aumenteranno, e di quanto. Lo sapeva che gli assicuratori malattie non possono stabilire autonomamente l’entità dei premi?

Se lei, in autunno, tiene in mano la lettera della sua assicurazione malattie, sa cosa vi è riportato: il premio dell’assicurazione malattie per l’anno seguente. Quello che molti non sanno: gli assicuratori malattia non stabiliscono i premi né a loro piacimento né autonomamente. Infatti, tutti i premi dell’assicurazione di base calcolati sono prima controllati dalla nostra autorità di vigilanza, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

L’autorità di vigilanza

L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) sorveglia gli assicuratori malattie nell’ambito della loro attività nell’assicurazione di base obbligatoria. Questo è stabilito dalla legge. D’un lato, l’UFSP verifica che gli assicuratori malattia siano in grado di offrire l’assicurazione di base, d’altro lato, controlla annualmente i premi inoltrati.

Utili nell’assicurazione di base?

Legge federale

La Legge federale riguardo alla vigilanza sull’assicurazione sociale contro le malattie (LVAMal) regola le disposizioni dettagliate.
Nell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie l’assicuratore non può realizzare guadagni. I premi coprono i costi delle prestazioni percepite e l’onere amministrativo dell’assicurazione. Una parte confluisce inoltre nelle riserve legali che ogni assicuratore malattie deve formare.

Principali regole

I suoi premi sono già calcolati molto presto. Sempre in primavera i nostri esperti lavorano intensamente per calcolare l’entità dei premi dell’anno successivo. I premi calcolati devono essere sottoposti all’Ufficio preposto. Esso verifica se i premi coprono i costi e se gli interessi degli assicurati sono stati considerati. Essi non sono approvati se, 1 non coprono i costi o 2 sono inopportunamente alti rispetto ai costi, 3 portano a delle riserve eccessive o 4 non corrispondono alle prescrizioni della Legge.

Immagine riflessa

I costi sanitari in aumento ricadono su tutti noi – ognuno paga la sua parte solidale all’assicurazione di base sociale. I premi dell’assicurazione di base sono tuttavia soltanto un’immagine riflessa dei costi – 96 centesimi di ogni franco pagato sono spesi per prestazioni mediche. La CSS s’impegna giornalmente per contrastare la crescita dei premi. Per esempio, mediante un severo controllo delle fatture oppure con la revisione della tariffa dei medici TARMED . La CSS è un’assicurazione malattie sana e solida, queste cifre sono anche riportate nel nostro rapporto annuale. In caso di malattia o addirittura di pandemia, è garantito che a lei, in veste di cliente, siano pagati tutti i trattamenti medici necessari tramite l’assicurazione di base.

Valutare questo contributo.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*