Schwimmen

Nuotare con lo stomaco pieno – un problema?

Per tanto tempo si è sempre detto: dopo aver abbondantemente mangiato, è proibito fare il bagno. Vale ancora questa regola?

Nuotare dopo aver mangiato è proibito: Tale avvertimento è ben noto a chi d’estate da bambino amava divertirsi in piscina: dopo aver mangiato, aspettare prima di entrare in acqua! Nella logica dei bambini, ciò corrispondeva all’immagine della pancia pesante che ti tira a fondo.  In realtà, però, si trattava del pericolo di un collasso circolatorio che induceva gli esperti a consigliare di digerire prima di entrare in acqua.

Regola delle due ore allentata

La Società Svizzera di Salvataggio SSS si è attenuta per lungo tempo alla regola delle due ore: dopo aver mangiato abbondantemente, attendere due ore prima di andare a nuotare. Nel frattempo, il fattore tempo non ha più un ruolo decisivo. “Consigliamo di usare il buonsenso e di ascoltare il proprio organismo”, dice la portavoce della SSS Prisca Wolfensberger. A nessuno verrebbe in mente di andare a correre subito dopo un’abbondante mangiata.

Attenzione al collasso cardiocircolatorio

Se l’organismo si trova in fase digestiva, una parte del sangue viene pompato nella regione dello stomaco.  Durante la digestione, l’irrorazione sanguigna nel resto del corpo è bassa e ci si sente stanchi e pigri. In caso di grandi sforzi fisici, teoricamente, può verificarsi un collasso cardiocircolatorio, sebbene ciò avvenga raramente: “Se in acqua vengono a mancare le forze, possono rapidamente esserci gravi conseguenze”, spiega Prisca Wolfensberger. Continua quindi a far parte delle regole del bagnante della SSS quella di non nuotare mai a stomaco pieno o completamente vuoto.

» www.sss.ch

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*