Outdoor Training auf der Finnenbahn

Correre sulla pista finlandese: questi 5 esercizi completano la corsa

In Svizzera ci sono oltre 250 piste finlandesi. Vi mostriamo i vantaggi della corsa sulla pista di trucioli di legno e come esercizi complementari rinforzano i muscoli delle gambe.

Le piste finlandesi sono nate sul modello dei boschi scandinavi. Su un drenaggio di sabbia c’è uno strato formato da trucioli di legno, che rende le piste non così morbide come la sabbia, ma in ogni caso più soffici dei nostri classici sentieri boschivi. Questo terreno ammortizzante stimola maggiormente il sistema cardiocircolatorio. Inoltre, si suda più rapidamente e la muscolatura delle gambe diventa subito più visibile. Chi ha già corso una volta sulla sabbia sa di cosa stiamo parlando.

I motivi sono evidenti: su un suolo morbido la muscolatura dei piedi deve lavorare maggiormente. Ciò ha un grande vantaggio per l’allenamento perché in questo modo si allenano tutti i muscoli, le articolazioni e le ginocchia. Inoltre, si stabilizzano le anche. Questo non riduce soltanto l’affaticamento mentre si corre o si cammina, ma protegge anche dagli infortuni.

A piedi nudi sulla pista finlandese

Correre a piedi nudi sulla pista finlandese vale particolarmente la pena. Infatti, si avvicina molto all’utilizzo originario del piede «nella natura selvaggia». Oggi spesso scarpe robuste sostengono il nostro piede, che non è quindi più abituato a essere stimolato in questo modo. È quindi necessario avvicinarsi lentamente a questa forma di corsa. Per chi ama passeggiare e per i walker ciò significa che inizialmente sono sufficienti 2-3 giri sulla pista finlandese. Questo garantisce variazione al corpo senza sovraccaricarlo. Chi è più ambizioso può, dopo un po’ di tempo, svolgere tutto il suo allenamento sulla pista finlandese a piedi nudi.

Con scarpe da corsa sulla pista finlandese?

Molti corridori e walker hanno scarpe da corsa ben ammortizzate. Queste sono state appositamente sviluppate affinché le nostre articolazioni possano affrontare anche superfici dure in asfalto senza affaticarsi troppo. Con queste scarpe correre sulla pista finlandese può tuttavia dare una sensazione di troppa «morbidezza». Se aggiungete al vostro allenamento per la corsa un giro sulla pista finlandese, nulla vi impedisce di indossare scarpe da corsa. Importante: cercate di correre in modo consapevole e vedete il giro come un piccolo allenamento supplementare per l’equilibrio.

Altri allenamenti efficaci sulla pista finlandese per i corridori:


1. Intervall training
2. Corsa in progressione
3. ABC corsa classica per corridori
Vale tuttavia la pena trascorrere più tempo sulla pista finlandese e correre senza scarpe (o con calzature con una suola relativamente sottile). In questo modo l’efficacia dell’allenamento è alta e il rischio di infortunio rimane basso.

Con scarpe da corsa o a piedi nudi: la pista finlandese è particolarmente adatta ai corridori, la cui performance al momento non fa grandi progressi. Questo training stimola tutti i muscoli delle gambe e fornisce nuova motivazione ad allenarsi.

Adatto anche per chi è infortunato

L’allenamento sulla pista finlandese è adatto anche per persone con problemi fisici. Rottura dei legamenti del piede, rottura dei legamenti crociati, protesi all’anca o malposizionamento del piede: proprio in questi casi l’allenamento su suolo morbido è d’aiuto. Esso stimola infatti tutti i muscoli, stabilizza le articolazioni salvaguardandole, mantiene in forma la pianta del piede e conserva l’equilibrio. Importante: chiarite con il vostro medico a partire da quando e in che misura è indicato per voi allenarsi.

Questi esercizi completano il vostro allenamento sulla pista finlandese e stimolano i muscoli delle gambe e del tronco. Prestate attenzione a contrarre il dorso e a stabilizzare l’articolazione della caviglia durante ogni esercizio.

Per chi cammina

1. Andare sulle punte dei piedi: allena in particolare i muscoli del polpaccio. Andate sulle punte e mantenete la posizione finché sentite l’affaticamento dei polpacci. Ripetete l’esercizio tre volte.

2. «Walking Lunge»: effettuate un lungo passo in avanti portando il ginocchio posteriore quasi a terra. Il busto rimane dritto e la sua muscolatura contratta. Ciò allena in particolar modo i glutei e stimola notevolmente l’equilibrio. 15-20 ripetizioni, 2-3 serie

Per corridori

1. «Lunge Jumps»
Dalla posizione iniziale fate un lungo passo in avanti saltando e portando avanti la gamba posteriore. In questo modo atterrate di nuovo in posizione di affondo.

2. «Squat Jumps» o salto a rana

Posizione iniziale: i piedi sono rivolti leggermente verso l’esterno e le gambe sono divaricate a una larghezza un po’ più ampia dei fianchi. Allungate le braccia in avanti. Saltate in modo esplosivo in avanti portando le braccia indietro. Quando atterrate riportate le braccia tese in avanti.

3. Skippings: piccoli passi, dove appoggiate per prima la punta del piede senza praticamente avanzare.

4. Saltello in alto: saltare dalla punta del piede.

Valutare questo contributo.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*