Joggen im Winter

Jogging invernale: 9 suggerimenti per lo sport in inverno

Al più tardi quando andando in bicicletta le mani diventano blu o facendo jogging l’aria ghiacciata brucia i polmoni, ogni sportivo si chiede se allenarsi all’aperto sia in effetti sano.

1. Potenziare il sistema immunitario

Allenarsi nella stagione fredda non solo permette di mantenersi in forma. Si può prolungare i benefici dell’allenamento estivo, si combattono le calorie in eccesso e ogni moderata unità d’allenamento è anche un utile stimolante per il sistema immunitario.

2. Scegliere l’abbigliamento giusto

Vestitevi in modo funzionale se praticate uno sport che fa sudare. È consigliabile il principio del vestirsi a cipolla, vale a dire con più strati di tessuti. Se ci si allena nell’oscurità, bisogna portare una pettorina catarifrangente e, se possibile, una lampada frontale. E non va dimenticato un berretto: una gran parte del calore del corpo viene perduta dalla testa.

3. Temperature glaciali fino a -15

Se possibili, in inverno respirate aria sempre dal naso. In questo modo, l’aria viene riscaldata e inumidita. Del resto, sino ai -15 il corpo riesce a riscaldare l’aria in modo tale da non danneggiare i bronchi.

4. Una marcia in meno

Quando fa freddo, “scalate una marcia”, così potrete sempre respirare dal naso. Chi per esempio anche con temperature sotto lo zero si mette correre come un matto rischia non solo un’irritazione delle vie respiratorie o, in casi estremi, un’asma da freddo. Anche le mucose sono sensibili all’aria fredda: si seccano rapidamente e diventano facile preda dei virus. Se si diminuisce l’intensità, invece, la respirazione è meno profonda e in tal modo una minor quantità di aria fredda giunge nelle vie respiratorie.

5. Riscaldarsi in inverno

Il riscaldamento è utile in tutte le stagioni.

  • Sport di resistenza: iniziate il vostro allenamento a ritmo moderato e aumentatelo solo dopo circa dieci minuti
  • Attività di coordinazione: per sport come lo sci alpino, un riscaldamento particolare è assolutamente consigliabile. Dopo gli esercizi di riscaldamento generali come la corsa sul posto, dovreste eseguire esercizi di mobilizzazione per le articolazioni più importanti

6. Le mani e i piedi gelano nonostante si sudi

Questa è una normale reazione biologica. A causa delle temperature sottozero, il corpo va in stato di allerta e cerca di mantenere caldi tutti gli organi vitali. A questo scopo, prende il calore laddove è meno indispensabile, vale a dire dalle estremità. Anche qui vale il principio del vestirsi a cipolla: la protezione migliore è data da due paia di calze o di guanti.

7. Anche in inverno bere molto

Nella stagione fredda si ha meno sete. Tuttavia, non è che in inverno il corpo necessiti di meno liquidi. L’aria secca dovuta al riscaldamento aumenta l’evaporazione e sottrae acqua – bevete almeno due litri al giorno. Se si fa ulteriore sport di resistenza sono necessari ulteriori liquidi. Tisane di frutta o erbe non zuccherate o acqua con zenzero sono buone alternative all’acqua. Le bevande calde rendono più semplice bere a sufficienza anche in inverno e riscaldano dall’interno.

8. Allenarsi in compagnia

Allenarsi in gruppo offre molteplici vantaggi: in compagnia è molto più piacevole andare a correre al freddo o quando è buio, il gruppo risveglia lo spirito sportivo e gli obiettivi vengono raggiunti più facilmente. Sia con un gruppo di amanti del jogging o con il partner, gli amici oppure i colleghi di lavoro – provateci. Con qualche dialogo interessante, si dimenticano le gambe pesanti.

9. C’è un raffreddore in arrivo?

Non appena si presentano i sintomi del raffreddore, si deve fare attenzione. Potete trovare maggiori informazioni a questo riguardo nel nostro contributo Allenamento in caso di raffreddamento (tedesco): fa bene?

Niente scuse!
E se poi proprio non dovesse essere possibile praticare sport all’aperto, anche per i “freddolosi” ci sono innumerevoli opportunità per rimanere attivi ma al caldo, in un centro fitness, in piscina, nel proprio soggiorno o in una palestra di roccia al coperto. Dunque, niente scuse!

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*