Was nützt Faszientraining?
(Gettyimages)

A che cosa serve l’allenamento miofasciale?

I rulli miofasciali vanno di moda. Non esiste ormai centro fitness che non li utilizzi. Trovano ampio impiego anche nei corsi di gruppo. Ma qual è lo scopo preciso di questi rulli? È possibile allenare la fascia con altri esercizi?

Cosè la fascia?

Chi mangia carne avrà avuto modo di osservare quel tessuto biancastro che avvolge i muscoli; si tratta di un tipo di fascia connettivale.

Il termine fascia include però anche diversi altri tessuti connettivi. Questi tessuti proteggono gli organi e conferiscono forma e struttura al nostro corpo, in modo del tutto simile alla buccia e alla pelle dell’arancia che circonda e attraversa la polpa.

La mancanza di movimento danneggia la fascia

Il nostro tessuto miofasciale si rinnova continuamente. Con l’avanzare dell’età, tuttavia, questo processo rallenta. La fascia può “infeltrirsi” e incollarsi, perdendo elasticità e capacità lubrificante. La mancanza di movimento potenzia ulteriormente questo effetto.

Perché allenare il tessuto miofasciale?

Un allenamento corretto unito al movimento accelera il metabolismo e rafforza il rinnovamento del tessuto connettivo. In tal modo, il nostro corpo diventa più liscio ed elastico. I movimenti risultano più fluidi e i muscoli possono lavorare in modo più efficiente.

Altri suggerimenti per rigenerare la muscolatura:

Come posso allenare la fascia?

Anche se attualmente fa tendenza, l’allenamento miofasciale in realtà non è affatto nuovo. I nuovi attrezzi per il massaggio (come rulli, palloni o bastoncini) sono molto efficaci, ma costituiscono solo una parte dell’allenamento miofasciale globale. Diverse pratiche tradizionali come lo yoga o il tai chi si prestano ottimamente per allenare la fascia.

Movimento diversificato

La fascia trae maggior beneficio dai movimenti diversificati. L’effetto più grande si ottiene con i movimenti rimbalzanti e dinamici. Per contro, i movimenti fortemente ripetitivi come la bicicletta non sono per niente positivi per la fascia.

Stiramenti e mobilizzazioni completi

Molti esercizi di stiramento e mobilizzazione allenano solo singoli articolazioni e muscoli. Ma il tessuto fasciale attraversa tutto il corpo. Per allenare in modo completo la fascia connettivale occorre dunque praticare esercizi che stirano intere catene articolari e muscolari. Lo yoga, il pilates o il qigong comprendono ad esempio numerosi di questi movimenti.

Massaggi

I massaggi stimolano il metabolismo e contribuiscono alla rigenerazione. Possono essere impiegati sia le classiche tecniche di massaggio, sia attrezzi per il massaggio. Conta soprattutto che i movimenti del massaggio siano eseguiti lentamente e in direzione del cuore.

Valutare questo contributo.

2 thoughts on “A che cosa serve l’allenamento miofasciale?

    1. La fascia è un tessuto che protegge gli organi e conferisce forma e struttura al nostro corpo. I rulli miofasciali per l’allenamento si possono comprare nei negozi di articoli sportivi. Esistono rulli con diverse forme e durezze e consigliamo di consultare uno specialista nel negozio.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*