Der Fokus auf das Positive
(Gettyimages)

Concentrarsi sugli aspetti positivi della vita

Determinate attività influenzano positivamente il nostro benessere personale. Qui scopre come ciò funziona sul posto di lavoro.

Un nuovo modo di pensare

In passato la psicologia si concentrava soprattutto su quello che ci rende malati e sulla terapia dei disturbi. Per tanto tempo i fattori che rendono la vita degna di essere vissuta non erano in primo piano.  Negli ultimi anni la psicologia positiva ha attirato l’attenzione e acquistato importanza. Essa si occupa degli aspetti positivi della condizione umana, come per esempio l’ottimismo, la sicurezza affettiva, la fiducia o anche la felicità.

Le attività positive ci rendono felici

Ecco cosa influisce sul nostro benessere (secondo Seligman):

  • Emozioni positive: sentirsi bene
  • Impegno: trarre gratificazione da attività
  • Rapporti: essere presenti per gli altri e potersi fidare degli altri in caso di bisogno
  • Senso dell’esistenza: impegnarsi usando le proprie potenzialità
  • Prestazione: raggiungere gli obiettivi
Quando ci sentiamo bene? La risposta a tale domanda varia da individuo a individuo. Per alcuni potrebbe per esempio essere la libertà provata raggiungendo una vetta, per gli altri è passare una bella serata in compagnia di amici. Le persone felici non soltanto si sentono meglio, ma sono anche più creative al lavoro, hanno un’aspettativa di vita più lunga e rapporti sociali più appaganti.Per Sonja Lyubomirsky, professoressa all’Università di California e autrice del bestseller „The How of Happiness: A Scientific Approach to Getting the Life You Want” il nostro benessere è determinato per il 50% geneticamente. Intorno al 10% è da attribuire alle circostanze della nostra vita e il 40% del nostro benessere viene generato da attività positive.

Esercizi per l’attuazione sul posto di lavoro

Ciò significa che il nostro stato emotivo può essere in gran parte modificato. Possiamo scegliere attività che contribuiscono in modo determinante ad aumentare il nostro benessere. Nell’ambito della psicologia positiva, esistono diversi esercizi che mirano a questo. È importante scegliere un esercizio idoneo alle circostanze di vita, alle predilezioni e alle caratteristiche della persona. I seguenti esercizi sono utili per l’integrazione nella quotidianità lavorativa e possono essere eseguiti autonomamente:

Tre aspetti positivi: Annoti tre cose positive che le sono successe oggi o ieri e spieghi perché sono positive. Possono essere delle piccole cose («la mia collega mi ha portato un caffè») oppure questioni più grandi («sono riuscita a fare una presentazione importante»). Attribuisca un titolo alle tre situazioni, le descriva il più precisamente possibile, indicando come si è sentita in quel momento.

Fare del bene agli altri: Decida di fare qualcosa di nuovo o di speciale per qualcuno. La sua azione può essere rivolta a una persona che conosce, ma anche a qualcuno di totalmente sconosciuto. Non deve essere niente di grande. Già dei piccoli gesti come per esempio un caloroso ringraziamento o una piccola sorpresa per i membri dei team porteranno dei benefici anche a lei.

Walk consapevole: Si prenda 10 minuti di libero dal posto di lavoro e faccia una breve passeggiata con tutti i suoi sensi. Questo non soltanto rivitalizza, ma ci insegna anche a percepire il nostro corpo e il nostro ambiente circostante. Camminando, presti attenzione ai seguenti aspetti: Cosa sente? Quale odore c’è nell’aria? Cosa sente sulla sua pelle?  Quali colori vede? Qual è la consistenza del suolo? Come percepisce il suo corpo? Com’è la sua respirazione?

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*