Fünf goldene Regeln für ein konstruktives Feedback
(Gettyimages)

Cinque regole per un feedback costruttivo

Da quanto tempo desiderate dire alla vostra collega di lavoro che le sue telefonate ad alta voce disturbano la vostra concentrazione? E al vostro superiore che gli incarichi assegnati all’ultimo momento possono essere molto stressanti? Osservando le cinque regole d’oro per un riscontro costruttivo, potete farlo senza sollevare problemi.

Feedback o l’arte di un buon riscontro

Siamo sinceri: spesso un riscontro schietto si rivela essere un’impresa alquanto ardua. I feedback, a prescindere dal fatto che siano positivi o critici, sono l’occasione per capire come una persona viene percepita da un’altra persona. Si tratta quindi di valutare un’altra persona: fare arrivare il messaggio giusto richiede molto tatto ed è un’arte.

Padroneggiare quest’arte significa conoscere le cinque regole d’oro fondamentali; le abbiamo riassunte per voi, affinché renda costruttivi i vostri feedback.

Cinque regole per un feedback costruttivo

  • Scegliere il momento giusto: il riscontro va dato in un contesto indisturbato e privato. È opportuno chiedere prima se il feedback è gradito. Il riscontro deve avvenire il più vicino possibile al fatto valutato, di modo che l’altra persona possa ancora ricordarsi.
  • Accertarsi che i riscontri siano rilevanti: il feedback deve riferirsi a comportamenti che possono effettivamente essere modificati.
  • Utilizzare messaggi-io: durante il riscontro deve risultare chiaro lo stato d’animo che il comportamento dell’altra persona ha suscitato in noi. In tal modo, l’altra persona non si sentirà aggredita e potrà comprendere meglio il feedback.
  • Offrire riscontri concreti: il feedback deve essere riferito a situazioni concrete. Evitate parole indefinite come «sempre» o «mai». Spesso può essere utile descrivere con esattezza il comportamento dell’altro.
    • Usare formulazioni costruttive: anche se il riscontro è critico, la stima per l’altra persona dovrebbe sempre trapelare. Come introduzione fornite innanzitutto i feedback costruttivi e apprezzanti.

La seconda arte: saper accettare i riscontri

Saper fornire un buon feedback è un conto, riuscire ad accettarlo un altro. Quando si riceve un riscontro è consigliabile recepirlo senza giustificarsi o difendersi. In fin dei conti si tratta della percezione dell’altra persona, e in quanto tale va rispettata. Inoltre, vale la pena ascoltare attentamente e chiedere eventuali chiarimenti, così da trarre dal feedback la massima utilità.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*