Warum es sich lohnt, das Bauchfett loszuwerden
(stock)

Perché vale la pena di liberarsi del grasso addominale

In alcuni uomini si nota subito la “pancia da birra”. Però, anche persone che non amano questa bevanda hanno un tessuto adiposo superfluo nella zona addominale. Questo grasso addominale, o viscerale, è più pericoloso del grasso in altre parti del corpo. Non dategli alcuna possibilità!

Il grasso ha una funzione importante per il nostro corpo, poiché lo strato di grasso sottocutaneo ci protegge da una perdita di calore troppo rapida. Diverso è il caso del grasso addominale o viscerale, che circonda gli organi interni e riduce la loro funzionalità, ed è dunque è pericoloso per la salute.

Il grasso addominale o viscerale è biologicamente attivo e assume un certo controllo nel corpo. Produce sostanze che favoriscono le infiammazioni e possono nuocere alla nostra salute. Inoltre, può influenzare negativamente i valori dei lipidi del sangue, il che determina problemi soprattutto a chi soffre di insulinoresistenza, diabete o malattie cardiocircolatorie.

Che fare contro il grasso addominale?

Con questi sei suggerimenti non permettetegli neppure di comparire!

  • Scelta degli alimenti: mettete in forma non solo voi stessi, ma anche il vostro piatto. Quest’ultimo dovrebbe essere composto per metà da frutta e verdura, per un quarto da carboidrati di buona qualità, quali il riso integrale, e per un quarto da proteine sane, come quelle del pesce.
  • Fibre alimentari: le fibre solubili, come quelle contenute da avena, carote e legumi, aiutano a ridurre il grasso addominale.
  • Probiotici: negli alimenti fermentati, come yogurt, kefir o crauti, si nascondono organismi vivi. Anch’essi regolano il peso e riducono le riserve di grasso. Perché allora non provare una colazione a base di yogurt o kefir con frutta fresca e müesli?
  • Grassi omega-3: questi acidi grassi sono contenuti in pesci quali il salmone, lo sgombro, le sardine o le aringhe, ma anche nei semi di lino, nell’olio di colza o nell’avocado. Essi riducono il rischio di infiammazioni causate dal grasso addominale. Inoltre, contribuiscono a prevenire i disturbi cardiocircolatori.
  • Movimento: più calorie brucia il nostro corpo, minore è la formazione di grasso addominale. Ideali per bruciare il grasso sono l’allenamento cardio e della forza, ma anche una maggiore attività fisica nella vita quotidiana, per esempio andare in bicicletta, camminare di buon passo e nuotare.
  • Stress: sovraccarichi fisici o psichici aumentano la produzione del cortisolo: questo ormone incrementa le riserve di grasso addominale. Per questo motivo è importante dormire a sufficienza (dalle 7 alle 9 ore) e introdurre pause per rilassarsi durante la giornata. Basta spegnere la televisione o lo smartphone e invece leggere un buon libro bevendo una tazza del vostro tè preferito.

Calcolare il rapporto vita-fianchi

Chi ha un corpo di tipo “a mela” tende ad accumulare grasso soprattutto nella zona addominale e deve dunque prestare maggiore attenzione al rapporto fra la vita e i fianchi: in linea di principio, per le donne esso dovrebbe essere pari a 0,85 o minore. Per gli uomini, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità OMS non dovrebbe superare 0,9.
Ecco come calcolare il rapporto vita fianchi:
circonferenza della vita (cm) / circonferenza dei fianchi (cm)
Valutare questo contributo.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*