Eiweiss als Nahrungsergänzungsmittel – was ist an den BCAAs so besonders?
(Gettyimages)

Le proteine come integratori alimentari – qual è la particolarità dei BCAA?

Dagli uni venerati come composto di aminoacidi particolarmente efficace, dagli altri ritenuti una trovata di marketing – i BCAA sono entrati a far parte delle larghe masse. Contemporaneamente vi è una controversia in merito senza pari. Cosa c’è dietro?

Il trend degli integratori alimentari non è più confinato al mondo degli sportivi, ormai ha preso piede nella società. Stando all’attuale rapporto sull’alimentazione dell’Ufficio federale della sanità pubblica il 47% della popolazione svizzera assume regolarmente complementi alimentari. Essi vengono assunti sotto forma di vitamine, sali minerali o preparati combinati: molti consumatori sono convinti dell’efficacia e grazie ad essi sostengono di avere maggiore vitalità e capacità di rendimento.

Le proteine come integratore alimentare

Ormai, i complementi proteici si possono trovare quasi in tutti i supermercati. Sotto forma di shake o barretta – essi favoriscono una maggiore crescita muscolare in poco tempo o il sostegno a dimagrire. Vi sono in offerta diverse combinazioni. Chi pratica culturismo o sport di resistenza giura da anni sui cosiddetti BCAA. Cosa contiene la combinazione di proteine e che beneficio apporta al nostro organismo?

Cosa sono i BCAA?

BCAA nella medicina intensiva

I BCAA sono in parte impiegati già da tempo nei pazienti con cirrosi epatica, diabete mellito o in seguito a operazioni e hanno il compito di sostenere l’organismo nella fase post-operativa affinché riesca a meglio rigenerarsi.
Branch-Chain Amino Acids” è un termine che deriva dal marketing e intende aminoacidi ramificati, ossia le componenti di cui si costituiscono le proteine. Tre di cui, ossia leucina, isoleucina e valina, sono contenuti nei BCAA e appartengono agli otto aminoacidi che il nostro organismo non è in grado di produrre; i cosiddetti aminoacidi essenziali. Quale particolare importanza hanno queste tre componenti? E che effetto producono nel nostro organismo?

Questi tre aminoacidi sono gli unici a essere convertiti nel tessuto muscolare anziché nel fegato. Per questo si presuppone che i muscoli ne traggano un beneficio diretto. Cosa significa questo in termini di BCAA?

L’effetto dei BCAA

Una cosa è certa – i BCAA aiutano il nostro organismo a produrre proteine e a fornire energia muscolare. Molti studi vanno oltre e attestano ai BCAA addirittura poteri magici.

Sembra che i BCAA aiutino a ridurre i grassi e prevengano la naturale atrofia muscolare presente nelle persone anziane e dovuta alle diete. In particolare la leucina sembrerebbe ridurre l’atrofia muscolare in caso di una dieta povera di proteine o in caso di mancanza di movimento.

Secondo diversi studi i BCAA favorirebbero il processo di ripresa dei muscoli dopo essere stati sollecitati. I BCAA non sono apprezzati soltanto dai culturisti. Secondo uno studio sarebbero molto diffusi anche negli sport di resistenza perché evitano che l’organismo si affatichi in fretta e inoltre previene le lesioni muscolari.

Anche se esistono altri studi che contraddicono tale risultato, resta comunque indiscusso che i BCAA rappresentino una componente importante del tessuto muscolare. Essi contribuiscono in modo determinante alla funzione muscolare, favoriscono lo sviluppo del tessuto muscolare nonché la ripresa.

Necessitiamo di altri BCAA?

BCAA in forma naturale

Secondo la tabella della composizione degli alimenti del centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione i seguenti cibi contengono particolarmente tanti BCAA: carne di pollo, tacchino, manzo, maiale, tonno, salmone, persico, miglio, avena, latte di soia.
Stando a quanto sostiene la nutrizionista Ana Pereira di MyCoach, nella maggior parte dei casi, non necessitiamo di ulteriori BCAA perché li assumiamo automaticamente, se seguiamo un’alimentazione equilibrata.

Tuttavia, vi sono determinate situazioni in cui il nostro fabbisogno BCAA è maggiore, per esempio se ci muoviamo tanto o seguiamo un regime alimentare. Anche in questo caso vale: se l’assunzione delle proteine è garantita dall’alimentazione, il fabbisogno dei BCAA è di regola coperto.
“In casi speciali, come per esempio negli sportivi professionisti, un’integrazione da BCAA o altri supplementi proteici può essere utile”, spiega Anna Pereira. I promotori assumono l’integratore nutrizionale prima dell’allenamento. In questo modo forniscono all’organismo BCAA a sufficienza per la produzione delle proteine, senza dover assumere un pranzo pesante. Tuttavia, rimane il dubbio se vi sia veramente una differenza rispetto ai prodotti proteici comuni.

Il fabbisogno di BCAA di un adulto è al giorno:

Secondo l’OMS:
Leucina: 39 mg/kg peso corporeo
Isoleucina: 20 mg/kg
Valina: 26 mg/kg
Tanto meno è chiaro se l’assunzione di BCAA abbia effetti collaterali o meno. Per questo i nutrizionisti consigliano anche agli sportivi di assumere BCAA nonché altri aminoacidi dapprima sotto forma di cibi naturali. Se vi sia la necessità di assumere ulteriori BCAA è meglio discuterla con un nutrizionista.
  • Abbonare newsletter

    Approfittate della nostra newsletter mensile che tratta di salute, fitness, alimentazione, risparmiare premi e di molto altro ancora.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*