Krautstiel
(Maren Wischnewski / Thinkstock)

La bietola – centrale elettrica?

Frutta e verdura contengono molte sostanze preziose. Un rappresentante particolarmente prezioso del genere degli ortaggi è la bietola.

Fa bene chi mangia frutta e verdura in abbondanza. Esse contengono oltre a vitamine e sostanze minerali una moltitudine di sostanze sane, le cosiddette sostanze bioattive. Queste possono per esempio influire positivamente sulla pressione arteriosa, abbassare il livello di colesterolo oppure regolare il tasso glicemico. Molte di esse favoriscono anche la digestione, inibiscono le infiammazioni e il cancro, e favoriscono il sistema immunitario.

Bietola – fornitore prezioso

Un fornitore di vitamine, sostanze bioattive e minerali particolarmente indicato è la bietola – anche conosciuta come bieta. Ne è responsabile soprattutto il contenuto di beta-carotene, vitamina B, vitamina C e potassio. Il sapore della bieta ricorda quello degli spinaci, bensì sia più aromatico. Ne esistono diversi tipi che però non si distinguono quasi dal punto di vista del sapore. La bietola fresca si riconosce dallo stelo intatto e dalle fresche foglie verdi. Le foglie già leggermente appassite risultano «stoppose». In quel caso meglio farne a meno. Per la preparazione si raccomanda di tagliar via la base della radice ed eventuali parti scure sulle foglie, in seguito lavare per bene la bietola.

Foglie e coste commestibili

Le foglie intere possono essere utilizzate per avvolgervi del pesce o della carne. Le coste possono essere bollite in acqua salata con un pizzico di zucchero. Una volta cotte vengono servite come gli asparagi, calde o fredde accompagnate da una salsa. La bietola è anche indicata come contorno per piatti a base di pesce o carne, ingrediente di minestre e torte salate. A tale proposito tagliare le foglie e le coste in strisce sottili. Prima saltare le coste tritate con della cipolla in poco olio e spegnere con del brodo, far sobbollire per 10 minuti, poi aggiungere le foglie e cuocere per altri 5 minuti. Scolare il brodo e servire. Una volta sbollentata, la bietola può anche essere congelata.

 

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*