In inverno devo modificare la mia alimentazione?

In inverno la regola è quella di riscaldare il corpo e rinforzare il sistema immunitario con  l’assunzione di vitamine e sostanze minerali.  Vanno preferite le verdure invernali locali, come  i cavoletti di Bruxelles o il cavolo cappuccio.

In linea di principio, in inverno il corpo umano non  necessita di un maggiore apporto di elementi nutritivi. Tuttavia,  il nostro consumo di  frutta e verdura diminuisce  automaticamente.  Le  ragioni possono essere l’o”erta, il freddo, le abitudini, ecc. Proprio nei mesi invernali è quindi importante garantire un apporto sufficiente di vitamine e sali minerali  poiché  il  nostro  sistema immunitario viene messo alla prova da virus e batteri.  A  tale  proposito,  vi  è  un’allettante  offerta  di pregiate verdure invernali.

La squadra per il sistema immunitario

La squadra vincente per  il sistema  immunitario è  formata da vitamina C, vitamina D e zinco. La vitamina C rinforza il sistema immunitario e dunque è particolarmente  importante  in  inverno.  La  stessa  agisce  come antiossidante  proteggendo  le  nostre  cellule dai radicali liberi nocivi. Le sue fonti principali sono  in particolare  i crauti, diversi tipi di cavoli, i broccoli e gli agrumi. Anche la vitamina D svolge un ruolo molto importante durante il periodo invernale dato  che  il  nostro  corpo  ne  produce in  quantità  notevolmente  inferiore  a causa della minore irradiazione solare. La vitamina D serve anche a mantenere ossa e muscoli  forti.  È  contenuta essenzialmente  in uova, pesce, burro e  funghi. Per le persone  anziane  può  quindi  essere  raccomandabile assumere dei supplementi (aumentando dunque l’apporto vitaminico). Lo zinco, un oligoelemento, è assolutamente  indispensabile  per  garantire  un  sistema immunitario perfettamente funzionante. Esso è contenuto nei semi di zucca, nel pane integrale e nella carne.

Verdure congelate come alternativa

Anche  le  verdure  congelate  costituiscono  una  valida alternativa  alla  verdura  fresca  e, molto  spesso,  sono anche più  facili da conservare e da dosare.  Inoltre,  il processo di surgelazione contribuisce a mantenere intatte gran parte delle vitamine e dei sali minerali contenuti nelle verdure. Questo non vale però per la vitamina C, la cui concentrazione si riduce anche del 30 percento. Va comunque detto che il contenuto di vitamina C diminuisce anche se si conservano le verdure fresche.

Idratarsi a sufficienza!

Con il freddo l’aria risulta più secca. Il nostro corpo necessita pertanto di un maggiore apporto di liquidi per riscaldare e umidificare l’aria per i polmoni. Inoltre, le mucose sono protette meglio dagli agenti patogeni quando sono sufficientemente idratate. Sebbene in inverno non si avverta la sensazione di sete, è importante idratarsi a sufficienza (da 1,5 a 2 litri al giorno) preferendo bevande come il tè, che riscalda magnificamente anima e corpo.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*