Gesund grillieren

Consigli per grigliate riuscite

Nell’aria c’è di nuovo quell’odore succulente tipico delle grigliate. Non importa quanto invitante sia l’odore – le grigliate non sono quello che si dice un toccasana. Quali sono le alternative sane alla cotoletta di maiale o salsiccia e cosa bisogna osservare quando si arrostisce alla griglia?

Consigli per grigliate riuscite

Siete degli amanti del grill a carbonella? Oppure privilegiate lo smoker, il grill a gas, elettrico o a sfera? Abbiamo consigli per tutti i gusti:

Il giusto condimento
Non condite la carne prima di grigliarla perché altrimenti si bruciano le spezie. La carne va condita una volta cotta oppure la si può precedentemente marinare per un paio di ore. La marinata in eccesso può essere semplicemente assorbita con della carta per uso domestico.

EVITARE i vassoi in alluminio

Pronti per il barbecues

Cosa copre l’Assicurazione della mobilia domestica?
Cosa è assicurato e quale assicurazione conta?
Verificare la copertura
Attraverso il riscaldamento della marinata si possono staccare delle particelle d’alluminio velenose che saranno poi ingerite, mangiando. Esse sono sospettate di aumentare il rischio di ammalarsi di cancro del seno o di Alzheimer. In alternativa è possibile disporre la carbonella ai bordi del grill e in mezzo il vassoio, mentre il cibo viene posizionato sulla griglia tra il vassoio e la carbonella. In questo modo il grasso o la marinata non gocciola sulla brace e la carne marinata non entra in contatto con l’alluminio.

Piastra da griglia: un accessorio veramente utile
La piastra da griglia è ideale per arrostire senza grassi e in modo salutare: gli aromi si sprigionano ancor meglio, inoltre l’utilizzo della piastra non conosce quasi limitazioni. Le piastre in ghisa si riscaldano in brevissimo tempo, mentre le piastre da griglia in acciaio inox sono resistenti alle intemperie e non arrugginiscono. Comunque durano entrambe negli anni se utilizzate e mantenute correttamente. Un investimento per la vostra salute.

Grigliare indirettamente
Grigliando sul grill elettrico, a gas con bruciatore verticale o sulla piastra da griglia non arrostite direttamente sopra la fiamma, evitando così che si sprigionino sostanze nocive. Sui grill a carbonella invece, fate attenzione a mettere i cibi sul grill soltanto quando il fuoco si sarà ridotto a brace e evitate che il grasso o la marinata goccioli. Infatti, la carne bruciata è cancerogena.

Suggerimenti di menu

Non conta soltanto la giusta tecnica di cottura, bensì anche COSA finisce sulla griglia. La scelta consapevole favorisce un’alimentazione sana:

Scegliete in modo consapevole e commisurato
Le salsicce sono delle vere e proprie bombe caloriche nonché fornitrici di grasso e anche le cotolette, bistecche e le costine non sono da meno. Mangiate meno carne e prediligete pezzi magri come il petto di pollo senza pelle.

Spesa sostenibile

Lotta alle “maniglie dell’amore

Date l’ultimo tocco alla vostra grigliata con salse leggere.
Alle ricette
Acquistate la carne dal contadino, fate la spesa al mercato e fate attenzione a comprare prodotti bio o da aziende e macellai che producono in modo sostenibile.

Alternative sane
Anche i frutti di mare come scampi e seppie o pesce come trote e orate sono indicati per essere cucinati alla griglia. Lo stesso vale per salmone e tonno. Hanno sì un contenuto di grassi maggiore, sono però ricchi di omega 3 indispensabile per l’organismo umano.

Portate colore in tavola
Verdura variopinta, pannocchie di mais e patate conferiscono colore e varietà ai piatti. Anche il formaggio da fare alla griglia può essere un diversivo.

Attenzione alle trappole caloriche
Burro alle erbe, salse – se utilizzate le salse sbagliate le grigliate e la leggera insalata si trasformano in bombe caloriche anch’esse.

E se mettessimo la frutta sul grill?
Prima di passare a dolci e gelati, provate a mettere della frutta a grigliare. I frutti di polpa solida come mele, pere, fragole, pesche, mango, ananas, banane, meloni vanno assolutamente provati.

Ricetta: Macedonia alla griglia

4-8 spiedini
Frutta matura di stagione, p.es. melone, uva, pere, banane
1 lime
un po’ di granella di pistacchi

  • Lavare la frutta
  • Tagliarla a pezzi uguali
  • Riscaldare il grill
  • Infilzare la frutta sullo spiedino
  • Spremere il lime e bagnarvi gli spiedini con il pennello da cucina
  • Cuocere per ca. 4-8 minuti. Girare gli spiedini facendo ben attenzione che non si spezzino
  • Disporli sui piatti e cospargere di granella di pistacchi

Subito avrete degli spiedini buoni e salutari. A seconda dei gusti è possibile aggiungere al succo di lime della cannella, menta fresca, il miele o della noce di cocco grattugiata.

Valutare questo contributo.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*