Richtig essen heisst in Ruhe geniessen

Mangiare correttamente significa gustare con calma

Masticare bene per digerire meglio: la vecchia massima è nuovamente di attualità. Però, nella frenesia quotidiana molti tendono a mangiare troppo rapidamente. Come si impara a mangiare correttamente.

Per ogni morso, masticare dalle 15 alle 20 volte. Può sembrare esagerato, ma è un buon esercizio per chi mangia in fretta. Costoro “ingurgitano” i bocconi senza quasi masticarli e in questo modo saltano una fase importante della digestione: masticando, il cibo è spezzettato meccanicamente. La poltiglia che si crea si mescola alla saliva, i cui enzimi suddividono già i primi carboidrati.

Mangiare in tutta fretta rende più difficile al corpo l’elaborazione degli alimenti. Spesso ne derivano eruttazione, flatulenza e sensazione di pesantezza nello stomaco. In linea di massima, questi disturbi si possono prevenire. Chi si preoccupa su come tenere il numero delle masticazioni, può allenarsi con una mela o una carota.

Prendersi il tempo necessario per consumare i pasti…

Masticare bene rende i cibi più digeribili e automaticamente apporta calma al comportamento alimentare, ma nella quotidianità spesso ci se ne dimentica. Ci si deve alimentare rapidamente e da tempo mangiare è divenuta un’attività accessoria o alla quale dedicare i ritagli di tempo. Lo facciamo in piedi o camminando, in auto o in treno, davanti alla tv o al computer.

Gli esperti rammentano che si tratta di cattive abitudini e che per i pasti ci si deve prendere un po’ di tempo. Ciò significa anche prestare attenzione a quel che si mangia (vedi suggerimenti qui sotto).

… e risparmiare sulle calorie

Chi si concentra su quel che mangia può fare del bene anche al proprio aspetto esteriore. Solo dopo circa 20 minuti si percepisce il senso di sazietà. Chi mangia lentamente percepisce meglio quando è sazio. Chi termina di mangiare a questo punto, evita l’assunzione di un surplus calorico.

Chi si alimenta a tutta velocità e in meno di dieci minuti ha spazzolato tutto quel che c’era nel piatto non riesce a percepire i segnali del copro. Suggerimenti per chi “muore di fame” e tende a ingurgitare: prima di mangiare bere un bicchiere d’acqua o iniziare il pasto con un’insalata con un condimento poco calorico.

Mangiare correttamente: ecco come

  • Dia importanza ai pasti non solo nel fine settimana o quando va al ristorante, bensì anche in settimana, per esempio alla sera assieme agli amici o alla famiglia. La compagnia e il piacere devono essere in primo piano.
  • Crei un bell’ambiente quando è a tavola con i suoi figli: i genitori sono un esempio anche per quanto riguarda le abitudini alimentari. Consumare assieme i pasti è importante anche per i contatti e per segnalare attenzione.
  • Mangiare con calma e creare un’atmosfera piacevole è già di per sé importante. Apparecchi con cura, accenda una candela e state seduti assieme 20-30 muniti, per mangiare, senza fare dell’altro. Non mettersi a leggere il giornale, spegnere cellulare o televisione.
  • Prenda piccoli bocconi, riponga ogni volta le posate. Si concentri su quel che sta mangiando: qual è il profumo e il gusto dei singoli ingredienti? Come si presentano? Come cambiano l’aroma e la consistenza masticando? Tutto questo acuisce i sensi, e aiuta a gustare consapevolmente il cibo.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*