Ernährung bei Arthrose

Alimentazione per chi soffre di artrosi: cosa mangiare quando ci dolgono le articolazioni

Un’alimentazione equilibrata è basilare per la salute. L’alimentazione corretta sostiene il trattamento dell’artrosi.

Quasi tutti a partire dai 65 anni ne hanno già sofferto: il ginocchio duole mentre si sale le scale, le articolazioni sono gonfie o rigide. Si tratta dei primi segnali premonitori dell’artrosi. Le persone colpite non soffrono soltanto di dolori, esse sono anche limitate nei loro movimenti. Le articolazioni più soventemente colpite sono il ginocchio, l’anca o le dita.

Citazione: „il 90% degli ultra 65enni soffre di un’artrosi più o meno avanzata“.

 

Consigli alimentari per chi soffre di artrosi:

+ Frutta in tutte le varianti e di tutti i colori
+ Olio di oliva, di colza e di lino
+ Pesci grassi quali il salmone, le sardine e lo sgombro
+ Cereali integrali come il riso integrale, i fiocchi di avena, la quinoa, il farro verde
+ latticini a basso contenuto di grasso come lo yogurt

– Carne rossa
– Formaggio grasso, panna e burro
– Zucchero e dolci
– Alcol
– Prodotti lavorati

 

Inibire le infiammazioni: queste sostanze nutritive aiutano

Alcune sostanze nutritive sono particolarmente adatte al trattamento dell’artrosi poiché presentano proprietà antinfiammatorie. Altre invece aggravano l’infiammazione e quindi anche i disturbi.  Vale quindi la pena lanciare uno sguardo sul proprio piatto.

1. Grassi
Tra gli acidi grassi insaturi omega-6 e omega-3, fondamentali per l’organismo, esiste una differenza sottile ma da non sottovalutare. Mentre gli acidi grassi omega-3 inibiscono le infiammazioni nel corpo, si sospetta che gli acidi grassi omega-6 le favoriscano.  Gli omega-6 si trovano sotto forma di acido linoleico nella frutta a guscio, nei semi e nella carne rossa. Anche se non è necessario rinunciare completamente a questi alimenti, conviene però ridurne il consumo. Gli acidi grassi omega-3, gustosi nella carne grassa, l’olio di lino e nei semi di chia possono invece essere consumati più soventemente.

2. Antiossidanti
Si sospetta che anche i radicali liberi partecipino al processo di infiammazione. Così gli antiossidanti proteggono le cartilagini proprio da queste sostanze patogene.  Fanno parte degli antiossidanti la vitamina A, C, E, il selenio, lo zinco, il metabolita (prodotto) della pianta beta-carotene presente nella carota, negli spinaci o nei pomodori e la curcumina della spezia curcuma.

3. Proteine
Le proteine fanno parte dei principali fornitori di nutrienti (macronutrienti) per il nostro corpo. Esse sono necessarie per la costituzione dei muscoli. Soprattutto le proteine vegetali – contenute per esempio nei legumi, nel tofu o seitan – e il pesce aiutano in caso di artrosi.   La carne, invece, contiene l’acido arachidonico, considerato “ad azione infiammatoria”.

4. Calcio
Il calcio non è una sostanza che inibisce le infiammazioni, ma non può tuttavia essere omesso da questo elenco. Il calcio è una componente importante per le ossa e ne rafforza la densità. Il latte, lo yogurt, il formaggio, i semi di lino e le mandorle contengono molto calcio.

 

Senza peso in eccesso meno disturbi

I cuscinetti adiposi produco degli ormoni ad azione infiammatoria, rafforzando così i disturbi.  Un’alimentazione sana in combinazione con l’attività fisica permette di perdere peso e di mantenere il peso forma. Una riduzione del peso riduce il carico sulle articolazioni.

Poiché l’obesità è uno dei fattori di rischio principali dell’artrosi, il sovrappeso ha un ruolo importante nella prevenzione di quest’ultima.

Già soltanto una riduzione di peso del 5% in 1.5 anni può ridurre il rischio di artrosi al ginocchio.


Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*