Isotonische Getränke
(Gettyimages)

Bevande isotoniche: dissetanti sensati?

Con la canicola si suda in fretta – soprattutto facendo sport! Bevande isotoniche possono aiutare a compensare rapidamente la perdita di liquidi. Se la consumazione di una tale bevanda è sensata, dipende però sempre dal tipo di sport e dall’intensità dell’allenamento.

Ma quanto è elevato il bisogno di liquidi?

La Società Svizzera di Nutrizione consiglia giornalmente 1-2 litri sotto forma di bevande non zuccherate. Durante il giorno è soprattutto decisivo apportare al corpo la quantità di liquidi che ha perso. Chi lavora fisicamente o fa sport, dovrebbe quindi bere di più. Come consiglio di base, oggigiorno durante l’attività sportiva si consiglia un’assunzione di circa 0.4 – 0.8 litri all’ora.

Cosa sono le bevande isotoniche?

Ricetta:

preparare bevanda isotonica fai da te

2 parti di acqua
1 parte di succo di frutta (succo d’arancia o di mela) o un po’ di sciroppo
1 cucchiaino di sale (su 1 litro)

Vengono consumate da innumerevoli sportivi, tuttavia molti non conoscono il loro principio di funzionamento. Per questo motivo vi forniamo una spiegazione semplicissima: Isotonico significa «stessa pressione». Le bevande isotoniche, anche chiamate bevande elettrolitiche, hanno la stessa pressione del nostro sangue. Questo significa che le bevande isotoniche presentano la stessa concentrazione di minerali come il nostro sangue. Questa è la ragione per cui il nostro corpo assimila molto più rapidamente gli sport drink come Gatorade o Isostar.

Le bevande isotoniche danneggiano i nostri denti?

Ma proprio con questi sport drink bisogna fare attenzione, poiché quasi tutti presentano un tasso di acidità molto elevato, che può danneggiare i nostri denti. Uno studio della clinica dentaria a Berna mostra che gli sportivi che bevono regolarmente bevande isotoniche a piccoli sorsi hanno denti danneggiati. Per questo motivo occorre sciacquare la bocca dopo aver consumato le bevande isotoniche e dopo un po’ di tempo lavare i denti.

Quando sono sensate le bevande isotoniche?

Visto che le bevande isotoniche possono anche avere effetti negativi, non bisognerebbe berle facendo qualsiasi attività sportiva. Per sforzi brevi e meno intesi, spesso basta l’acqua del rubinetto. Per prestazioni sportive intense di più di 60 minuti vale la pena compensare la perdita di liquidi con una bevanda isotonica. Questa può essere comprata come concentrato sotto forma di polvere, gel o pastiglie o in forma diluita. In alternativa è anche possibile preparare una bevanda isotonica fai da te.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*